(+39) 3899850371 - (+34) 630122637 appartamentisalentomare@hotmail.com

Le Ville Ottocentesche di Santa Maria di Leuca

 

Santa Maria di Leuca e’ costellata da ville maestose e imponenti, civettuole e variegate per gli stili dall’architettura piu’ strana ed inverosimile del mondo, costruite da aristocratici o alto-borghesi di Terra d’Otranto quali residenze estive di villeggiatura.
La costruzione delle Ville, progettate quasi tutte dagli ingegneri Giuseppe Ruggieri e Achille Rossi, si e’ realizzata tra la seconda meta’ dell’Ottocento ed i primi anni del Novecento, fatta eccezione per la Villa Romasi, edificata alla fine del settecento. Nonostante le differenze artistiche di ognuna di esse (sono state erette tutte con uno stile diverso tra loro: dal neoclassico al gotico, dal pompeiano al cinese, dallo stile francese a quello toscano), condividevano alcuni elementi. Innanzitutto ogni Villa doveva avere: un grande giardino nella parte anteriore dell’edificio ed un altro sul retro; un pozzo privato per attingere l’acqua; una stalla e la rimessa per le carrozze; una cappella privata con al centro l’immagine della Madonna. Infine, tali edifici dovevano necessariamente avere uno sbocco sulla spiaggia, motivo per cui i proprietari, avendo l’accesso diretto sul mare, si sono costruite le Bagnarole (cabine riservate) per godersi un bagno lontano da sguardi indiscreti.
Incastonate nel verde, o divise dal mare semplicemente da un marciapiede, le Ville di Leuca che ancora oggi si impongono allo sguardo del turista sono:

Villa Tamborino (del 1853);

Villa Ruggieri ( del 1874), detta La Meridiana per via dell’orologio solare sulla facciata;

Villa Maruccia (Villa Sangiovanni), del 1877;

– Villa Tommaso Fuortes, del 1880;

– Villa Colosso (del 1881), ha una facciata semplice ed elegante ornata solo da una balaustra;

Villa De Francesco (Villa Licci), del 1881;

– Villa Gioacchino Fuortes (del 1882), dall’architettura classicheggiante con colonne doriche;

– Villa Ramirez, costruita tra il 1885 ed il 1990;

Villa Mellacqua (del 1876), goticheggiante con i suoi pinnacoli conici ai quattro angoli;

Villa Daniele, del 1880;

– Villa Arditi con la piccola cappella costruita nel 1857, unico luogo di culto dove i pescatori onoravano le feste;

Villa Episcopo, in uno stile che richiama le pagode cinesi, del 1881;

– Villa Fratelli Seracca, costruita tra il 1880 e il 1890.